In questi giorni di pioggia, il freddo che si avvicina noi del Bed & Breakfast “La casa di Zefiro” abbiamo provato a fare un dolce, la torta Mantovana. E navigando su internet sono venuto a conoscenza che questa torta ha origini di Prato.

Si narra che venne lasciata alla corte de Medici da Isabella d’Este, che a soli 19 anni, andò in sposa a Francesco Gonzaga, marchese di Mantova, e le venne dato il soprannome appunto di “Mantovana”.

Quella più famosa è la Torta Mantovana del  Biscottificio Mattei, famoso anche per i suoi biscotti tipici di Prato conosciuti anche come cantucci o cantuccini.

Per chi volesse cimentarsi a proporla ai suoi famigliari o amici questa è la ricetta.

TORTA MANTOVANA DI PRATO DEL BISCOTTIFICIO MATTEI

INGREDIENTI:
250 gr. di farina
200 gr. di burro fuso
200 gr. di zucchero
4 tuorli d’uovo
2 uova intere
1 bustina di vanillina
buccia grattugiata di una arancia
80 gr. di mandorle pelate
20 gr. di pinoli
zucchero a velo
non ci vuole il lievito per dolci

PROCEDIMENTO:
Sbattere le due chiare ed aggiungere uno per volta i sei tuorli, unire lo zucchero.
Unire la farina setacciata piano, piano, il burro fuso, la vanillina e la scorza d’arancia grattugiata.
Prendere una tortiera del diametro di 24 cm., imburrarlo, cospargere di zucchero a velo, mandorle tritate e un poco di farina. Versare il composto, distribuire sulla superficie le mandorle e i pinoli tritati finissimi e metterlo in forno a 160°, per una cottura piuttosto lenta per minimo 30 – 40 minuti. Quando è pronta, spolverizzarla di zucchero a velo e lasciarla raffreddare.

E non velete provare a fare anche i cantuccini?

Ognuno ha la propria ricetta, questa è la nostra!

CANTUCCINI:

INGREDIENTI:

    • 500 g di farina 00
    • 200 g di mandorle sgusciate
    • 500 g di zucchero
    • 4 uova
    • 1 cucchiaino di buccia d?arancia grattugiata
    • 1 bustina di vanillina
    • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
    • sale

PROCEDIMENTO:

Prima di tutto accendere il forno a 180°, prendere la placca del forno e coprirla con un foglio di carta forno. Adesso passiamo a fare i biscotti.
Su una spianatoia fare con la farina la fontana e unite le uova sgusciate, il lievito, lo zucchero, la vanillina, la buccia d’arancia e un pizzico di sale.
Impastate bene il tutto fino a ottenere una pasta perfettamente liscia e omogenea. Aggiungete le mandorle, cercando di distribuirle in modo uniforme nella pasta.Dividere l’impasto in due,  tirerete con il palmo delle mani fino a ottenere dei lunghi cilindri. Mettere i cilindri sulla placca da forno e infornare a 180° per circa 15 minuti. Non dovete completare la cottura del tutto.
Sfornateli, fateli raffreddare e con dei tagli in senso diagonale ricavate delle fettine di 1 cm di spessore. Ripassate i cantucci in forno, sempre a 180 °C, ancora per 25 minuti, in modo che risultino ben dorati e croccanti.

biscotti-di-Prato